1. California Conference

    image
  2. Rome 2017

    Rome 2017
  3. Fatima Portugal

    Fatima Portugal 2017
  4. Ask Father

    image

Dieci importanti domande su Padre Nicholas Gruner


1. Chi è Padre Nicholas Gruner?

Padre Nicholas Gruner è un sacerdote cattolico canadese che ha ricevuto gli ordini a Frigento, in Italia, nel 1976. Ha conseguito il diploma in Sacra Teologia (S.T.L.) presso L'Università Pontificia di San Tommaso d'Aquino a Roma (l'Angelicum), ottenuto con alti voti. Egli è un sacerdote di buona reputazione.

2. Perché Padre Gruner risiede in Canada se è stato ordinato in Italia?

Nel 1978, dopo aver preso la decisione di non far parte della comunità francescana italiana alla quale aveva inizialmente avuto intenzione di unirsi, Padre Gruner ricevette dal Vescovo di Avellino, in Italia, il permesso scritto di risiedere in Canada. A causa della barriera linguistica, ad Avellino Padre Gruner non ha avuto alcuna missione canonica in qualità di sacerdote di parrocchia. Quindi Padre Gruner ha fatto ritorno in Canada, dove si è impegnato nel suo attuale apostolato.

3. Cos'è l'apostolato di Padre Gruner?

All'inizio del 1978 un vescovo cattolico di Rito orientale, che era stato Presidente Onorario del Comitato Nazionale per la Vergine Pellegrina del Canada (NPV), contattò i Direttori del NPV esortandoli a far entrare un sacerdote cattolico nel Comitato Direttivo. Poco dopo, Padre Gruner entrò a far parte del Comitato Direttivo del NPV diventandone Direttore Esecutivo.

L'NPV custodisce la Statua Pellegrina di Nostra Signora di Fatima, benedetta da Papa Paolo VI a Fatima. Padre Gruner è stato di valido aiuto per portare la statua in Canada e, successivamente, si è impegnato nell'organizzazione dei pellegrinaggi con la statua. Sotto la direzione di Padre Gruner l'NPV è cresciuto da semplice gruppo di persone fino a diventare il più grande apostolato del mondo devoto alla diffusione del Messaggio di Fatima nella sua interezza.

4. È vero che Padre Gruner è un prete sospeso?

No, Padre Gruner non è stato sospeso. È vero che alcuni membri della burocrazia vaticana contrari all'opera di Padre Gruner hanno spinto il Vescovo di Avellino a richiamarlo in quella città sotto la minaccia della sospensione - dopo un'assenza autorizzata di quasi 20 anni! Ma Padre Gruner ha fatto ricorso contro questo ordine così evidentemente ingiusto e, durante il ricorso in appello (che è tuttora pendente), in base al Diritto Canonico nessuna minaccia di sospensione può entrare in vigore. Perciò Padre Gruner resta un sacerdote di buona reputazione secondo la legge della Chiesa.

È necessario osservare che apparentemente Padre Gruner è stato richiamato ad Avellino perché “non era riuscito” a obbedire all'ordine di trovare un altro vescovo. In verità Padre Gruner aveva trovato altri tre vescovi che lo incardinessero nelle loro diocesi, ma ognuno di loro venne dissuaso dall'accettarlo dagli stessi esponenti del Vaticano che cercavano di costringerlo a fare ritorno ad Avellino. Perciò, gli stessi burocrati vaticani che accusano Padre Gruner di “disobbedire” all'ordine di trovare un altro vescovo, gli stanno impedendo di obbedire all'ordine.

5. È vero che Padre Gruner opera senza il permesso delle autorità ecclesiastiche?

Prima di tutto non è necessario alcun permesso! Nel 1983 il Diritto Canonico promulgato da Papa Giovanni Paolo II dà a clero e laici il diritto di formare apostolati privati senza il permesso dell'autorità ecclesiastica (consultare i Canoni 212-228, 278 e 299). Oggigiorno all'interno della Chiesa vi sono molti apostolati privati che diffondono pubblicazioni, indicono conferenze e raccolgono fondi senza alcun “permesso” da parte delle autorità della Chiesa, e l'apostolato di Padre Gruner è esattamente uno di questi.

6. È vero che, con il suo apostolato, Padre Gruner provoca “dissenso” e “ribellione” contro il Papa?

No, egli dice semplicemente la verità sul Messaggio di Fatima - comprese quelle parti di esso che oggigiorno vengono considerate “politicamente scorrette” da alcune persone. Nessuna autorità della Chiesa ha mai detto che la predicazione e l'insegnamento del Messaggio di Fatima sono contrari alla fede e alla morale.

L'unico “dissenso” provocato dal predicare la verità nasce tra coloro che non vogliono ascoltarla. Ma il Diritto Canonico del 1983 (Can. 212, 215) riconosce il diritto, e anche il dovere, dato da Dio al clero e al laicato di pronunciarsi su argomenti riguardanti il bene comune della Chiesa. Padre Gruner non fa altro che esercitare questo diritto dato da Dio.

Appellarsi all'Autorità del Papa e alla legge della Chiesa promulgata dal Papa stesso non è una “ribellione contro il Papa”. Nelle alte sfere taluni abusano della loro autorità ecclesiastica agendo come se questa legge non esistesse e, quindi, resistere a questo abuso di autorità significa sostenere la legge. Inoltre, non è “ribellione contro il Papa” evidenziare che solo il Papa può portare la pace nella Chiesa e nel mondo facendo ciò che, a Fatima, Nostra Signora gli ha specificamente richiesto. Al contrario, l'atteggiamento di Padre Gruner nei riguardi del Papa denota una vera fedeltà al Papato, a differenza di coloro che ostentano fedeltà mentre indeboliscono l'Autorità del Papa.

7. Qual è il Messaggio di Fatima?

“Il Messaggio di Fatima comporta la richiesta di Nostra Signora di quotidiane preghiere, di penitenza, del Rosario, nonché delle Comunioni di Riparazione il primo sabato di cinque mesi consecutivi.” Il Messaggio contiene numerose predizioni su eventi mondiali che si sono verificati da quando il Messaggio di Fatima è stato consegnato nel 1917, compresa l'elezione di Papa Pio XI, lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, la diffusione del comunismo nel mondo e le guerre e le persecuzioni senza precedenti contro la Chiesa avvenute in molte nazioni a causa del comunismo.

Il Messaggio di Fatima esige inoltre la Consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria da parte del Papa insieme ai vescovi di tutto il mondo, per determinare la miracolosa conversione di quella nazione e la conseguente pace nel mondo. Il Messaggio include ciò che è conosciuto come il “Terzo Segreto di Fatima”, che molti credono predíca l'attuale crisi della Chiesa e del mondo. Benché l'ultima veggente di Fatima sopravvissuta, Suor Lucia, abbia esortato i suoi superiori a rivelare il Terzo Segreto alla Chiesa intera non più tardi del 1960, proprio in quell'anno Papa Giovanni XXIII occultò il Segreto, e perciò i suoi successori hanno finora evitato di rivelarne i contenuti.

8. Perché Padre Gruner si preoccupa così tanto del Messaggio di Fatima?

Perché egli si preoccupa del destino della Chiesa e del mondo se le richieste di Nostra Signora fatte a Fatima non verranno soddisfatte. Molti cattolici, compreso Padre Gruner, credono giustamente che la Consacrazione della Russia - e specificamente della Russia - sia decisiva per risolvere l'attuale crisi ecclesiastica e del mondo perché, come Nostra Signora ha ammonito a Fatima: “Se le Mie richieste verranno accolte, la Russia verrà convertita e vi sarà la pace. Altrimenti ... i buoni verranno martirizzati, il Santo Padre soffrirà molto, diverse nazioni verranno annientate”. Ma, infinitamente più importante, se il Messaggio di Fatima verrà ignorato le anime si perderanno nell'inferno per l'eternità, perché Nostra Signora di Fatima ha detto chiaramente che la vera obbedienza al Suo Messaggio porterà alla salvezza di molte anime. Questa è la ragione della primaria importanza dell'apostolato di Padre Gruner.

9. Ma la Consacrazione della Russia non è già stata fatta dal Papa nel 1984?

No, non è avvenuta! Siamo a conoscenza di ciò per dichiarazione del Papa Stesso! Immediatamente dopo l'Atto di Consacrazione eseguito a Piazza San Pietro il 25 marzo 1984, alcune ore dopo, il Papa affermò che la Russia (che Egli definì come “quei popoli”) stava ancora aspettando la sua specifica Consacrazione al Cuore Immacolato. Questa dichiarazione è stata riportata proprio il giorno successivo, il 26 marzo 1984, sia da L'Osservatore Romano (il quotidiano del Papa) che dall'Avvenire (la rivista dei vescovi italiani). Inoltre, la maggior parte dei vescovi di tutto il mondo non parteciparono alla cerimonia del 1984. Molti vescovi ammisero spontaneamente di non avervi mai partecipato. Eppure la loro partecipazione è necessaria per la valida consacrazione della Russia.

Nell'edizione di settembre del 1985 del Sol de Fatima, la pubblicazione spagnola dell' Esercito Azzurro, Suor Lucia stessa affermò pubblicamente che la consacrazione del mondo del 1984 non soddisfaceva le richieste di Nostra Signora perché “non vi è stata la partecipazione di tutti i vescovi e non è stata menzionata la Russia”. Quando le venne posta la domanda specifica: “Quindi la consacrazione non è stata fatta come richiesto da Nostra Signora?”, Suor Lucia rispose “No. Molti vescovi non hanno attribuito alcuna importanza a questo atto”.

10. Ma il Messaggio di Fatima non è “solo una rivelazione privata”?

Assolutamente no! Il Messaggio di Fatima è stato confermato come degno di fede da un miracolo pubblico senza precedenti - il Miracolo del Sole - di cui furono testimoni 70.000 persone, sia credenti che non credenti, avvenuto nell'esatto momento previsto dai veggenti di Fatima. Papa Giovanni Paolo II, che venne ferito proprio nell'anniversario della prima apparizione di Fatima, attribuì pubblicamente la salvezza della sua vita a Nostra Signora di Fatima e l'anno seguente, nel discorso tenuto a Fatima, dichiarò che il Messaggio di Fatima “impone un obbligo alla Chiesa” ed è “più importante oggi di quando apparve Nostra Signora ...”

Come ha osservato il grande Vescovo tedesco, Mons. Rudolf Graber: “Esiste questo cliché: ‘È solo una rivelazione privata’, con cui Fatima viene messa da parte con leggerezza ... [ma] si dovrebbe fare un'attenta distinzione tra le rivelazioni personali indirizzate unicamente ai destinatari del messaggio, e quelle in cui il messaggio è dichiaratamente rivolto al genere umano in generale. Il primo può essere ignorato in tutta serenità, ma l'ultimo deve essere preso seriamente, e Fatima appartiene a questa categoria!”. A Fatima Nostra Signora consegnò il Suo Messaggio, insieme ai suoi gravi ammonimenti, al mondo intero. In questo periodo di grave crisi mondiale, sarebbe il colmo della follia respingere il Messaggio di Fatima come una semplice, irrilevante, qualsiasi rivelazione private.