1. Cleveland Conference

    Cleveland Ohio Conference 2017
  2. 2017 Pilgrimage

    2017 Calendar
  3. California Conference

    image
  4. Ask Father

    image

Lo ha fatto o No?

Nel numero 75 del The Fatima Crusader, abbiamo fatto notare che Padre Guerra, Rettore del Santuario di Fatima, non ha risposto ai messaggi urgenti speditigli dal nostro editorialista, Christopher Ferrara, il 10 ed il 23 novembre 2003.

Per aggiornarvi su tale corrispondenza, pubblichiamo qui sotto tutta la corrispondenza effettuata, inclusa la risposta del Rettore Guerra avvenuta più di due mesi dopo.

Come potete vedere, alla semplicissima domanda: ”Ha fatto o no quelle dichiarazioni che le sono attribuite?”, il Rettore ha sostanzialmente risposto che “non posso dirle se ho detto quelle cose scandalose o meno, perché ho avuto bisogno di più di due mesi per pensarci sopra”.

Da: Christopher A. Ferrara
Data: 10 novembre, 2003 12:57:52 AM EST
A: reitoria@santuario-fatima.pt   Soggetto: Le sue presunte affermazioni

Mons. Guerra:

Sono un giornalista americano che scrive per diverse pubblicazioni, tra cui il Latin Mass Magazine. Sto investigando sul fatto che alcune affermazioni, a lei attribuite nel seguente articolo, siano state correttamente riportate. Gradirei una sua pronta risposta.

Christopher A. Ferrara


Christopher A. Ferrara

21 novembre 2003
Mons. Luciano Guerra
Rettore Santuario di Fatima
via fax: 011-351-249-53-9605

Caro Mons. Guerra:

Questo fax segue la mia e-mail datata 10 novembre 2003, nella quale (riguardo ad un articolo che sto scrivendo per due pubblicazioni Cattoliche) le ho chiesto circa l’accuratezza di certe affermazioni a lei attribuite dalla stampa locale riguardo alla conferenza “Il Presente dell’Uomo – Il Futuro di Dio” tenutasi presso il Santuario di Fatima in ottobre. Queste affermazioni, tra le altre, includevano:

"Il futuro di Fatima deve passare attraverso la creazione di un santuario dove le varie religioni possano incontrarsi. Il dialogo inter-religioso in Portogallo e nella Chiesa Cattolica è ancora in una fase embrionale, ma il Santuario di Fatima non è indifferente a questo fatto, ed è già aperto ad essere un luogo universale di vocazione.”

"Il fatto stesso che Fatima sia il nome di una Mussulmana, e di una figlia di Maometto, è indicativo che il Santuario debba essere aperto alla coesistenza delle varie fedi e credi religiosi.”

Per ripetere la mia domanda fattavi in precedenza: Negate di aver rilasciato tali dichiarazioni?

Sto inoltre cercando di ottenere da lei delle risposte ufficiali sulle seguenti domande:

1. Lei esclude categoricamente, in futuro, qualsiasi permesso a svolgere cerimonie inter-religiose nei luoghi del Santuario di Fatima, sia dentro che fuori la Basilica, o nella nuova struttura che verrà costruita vicino alla Basilica?

2.  Lei esclude categoricamente, in futuro, qualsiasi permesso a svolgere cerimonie religiose o manifestazioni di culto di qualsiasi genere condotte da non-Cattolici nei luoghi del Santuario di Fatima, sia dentro che fuori la Basilica, o nella nuova struttura che verrà costruita vicino alla Basilica?

3.  Lei concorda o no con l’affermazione dell’Arcivescovo Fitzgerald, rilasciata dopo la conferenza di Fatima, secondo il quale il santuario di Fatima ha “una dimensione inter-religiosa”, della quale la conferenza che lei ha ospitato è un “riflesso attuale”?

Dato che lei non ha negato le affermazioni a lei attribuite nella mia e-mail del 10 novembre, il mio articolo è andato in stampa. Tuttavia, desidero darle ogni opportunità per fornire risposte a queste domande affinché, se necessario, io possa stampare una usa risposta in un successivo articolo a riguardo.

Vostro sinceramente, Christopher A. Ferrara


Da: Centro de Comunicação Socia <ccs@santuario-fatima.pt>
Data: 21 gennaio  2004 10:37:54 AM EST
A: C.A. Ferrara@
Soggetto: Comunicato
Santuário de Fátima - Reitoria

Caro signore,

 Facendo seguito ad una notizia, nella quale la nostra opinione era molto tendenziosa, che è apparsa sul quotidiano “Portugal News”, riguardo al Congresso su Dio ed il Santuario che si è svolto nel Santuario di Fatima ad ottobre 2003, lei ci ha inoltrato una richiesta cui non abbiamo potuto rispondere, allora, perché abbiamo riflettuto che l’argomento richiedeva una riflessione più profonda.

Ci scusiamo per questo ritardo, e vogliamo farle sapere che potrà trovare il comunicato ufficiale che il Rettorato ha pubblicato riguardo alla vicenda, sul sito internet del Santuario di Fatima www.santuario-fatima.pt-

Rivolgo una preghiera alla Madonna, chiedendoLe la grazia che tutti i Cristiani, così come tutti i non Cristiani, possano compiere un tentativo serio al fine della comprensione e del dialogo, che sono le condizioni assolutamente necessario per ottenere la pace che ci è stata solennemente promessa nel Messaggio di Fatima.

Con i miei migliori auguri, il Rettore, Don Luciano Guerra