1. Moscow Conference

    image
  2. Rome 2017

    Rome 2017
  3. Fatima Portugal

    Fatima Portugal 2017
  4. Ask Father

    image

Preludio all’Anticristo

La Lezione di Guerra per Tutti Noi
di Padre Nicholas Gruner, S.T.L., S.T.D. (Cand.)

E’ incredibile che un sacerdote Cattolico che ha fatto Giuramento Contro il Modernismo, che ha studiato nel periodo in cui Pio XII era Papa, che è cresciuto in un Paese Cattolico come il Portogallo, adesso – dopo 50 anni – debba avere l’audacia di promuovere il culto di idoli pagani, di dei pagani. Eppure questo atto di infedeltà è precisamente ciò che ha fatto il Rettore del Santuario di Fatima Monsignor Luciano Guerra quando il 5 maggio 2004 ha permesso, ed incoraggiato, il rituale Indù nel Santuario di Fatima.

L’Induismo è una religione che adora idoli. Forse non siete mai stati in India o in altri Paesi pagani. Una volta, mentre mi trovavo in India, salito su di un taxi, vidi che l’autista aveva sul suo cruscotto un idolo pagano. Questo idolo non rappresentava un santo, o un qualche membro della sua famiglia, ma era un falso dio. Io chiesi all’autista, “Lei crede che questa sia una divinità, che sia una sorta di figura potente che lei venera, che adora, che considera più importante di se stesso, della sua famiglia; crede che questo piccolo pezzo di creta sia dio?”

L’autista Indù disse, “Sì.”

Nostro Signore nel Vecchio Testamento condannava coloro che avessero venerato un pezzo di legno o un pezzo di argilla, o un’immagine d’oro, credendo non che fosse una rappresentazione del loro “dio” o una rappresentazione di qualcosa di sacro, ma che fosse il “dio stesso”.

Eppure il Rettore Guerra ha permesso un tale culto pagano a Fatima. Dopo quasi cinquant’anni di sacerdozio, dopo aver assistito alla devozione di milioni di Cattolici a Fatima, dopo aver avuto il privilegio di parlare con Suor Lucia, di parlare con i testimoni del grande Miracolo del Sole, è questa la condizione non-Cattolica a cui il Rettore Guerra si è permesso di ridursi.

E’ anche difficile credere che una persona intelligente, con tutte le grazie, con tutte le opportunità, con tutta l’esperienza che ha ricevuto, possa essere così infedele e, sì, anche così stupida. Eppure, è un dato di fatto.

Lasciamo che la cecità e la caduta dalla grazia del Rettore Guerra siano una lezione per tutti noi.

Ricordiamo l’esempio saggio e umile di San Filippo Neri, che una volta vide un criminale che veniva condotto alla forca per la sua esecuzione per qualche orribile delitto. San Filippo Neri gli disse in tutta verità, “Lì, ma per la grazia di Dio, ci vado io.”

Ciascuno di noi tremi. Ciascuno di noi si renda conto che così come il Rettore di Fatima ha disprezzato la grazia di Dio ed ha disprezzato Dio Stesso con l’invitare, l’accogliere e l’approvare la presenza ed i servizi di culto di questi Indù su un altare Cattolico, proprio nel luogo in cui la Madonna apparve a Fatima in sei diversi occasioni, allo stesso modo senza la grazia di Dio noi potremmo fare lo stesso.

E peggio ancora per il Rettore Guerra, egli non solo autorizza che il nostro Santuario Cattolico sia prestato agli Indù, ma attacca inoltre coloro che cercano di fargli notare i più gravi errori del suo cammino, il fatto che è in pericolo di andare all’inferno per la sua apostasia. Il Rettore Guerra ha più di 75 anni, e probabilmente non ha più molto tempo prima di andare a incontrare il giusto Giudice supremo, Nostro Signore Gesù Cristo, che considera come abominio il culto di diavoli, il culto pagano di idoli. Chiunque penserebbe che una persona che si avvicina alla morte non farebbe mai una cosa del genere. Eppure un uomo – sacerdote o laico – che è colpito da cecità spirituale farà una cosa del genere. Eppure, proprio come disse San Filippo Neri di se stesso, anche noi potremmo dire, “Lì, ma per la grazia di Dio, ci vado io.”

Preghiamo allora, prima di tutto per noi stessi, affinché si possa avere l’umiltà di non ritenerci autosufficienti, affinché si possa evitare di fare mai una cosa del genere con le nostre proprie forze. Dio ha permesso che la cecità del Rettore Guerra servisse come lezione per tutti noi affinché non si segua il suo cattivo esempio.

Di una Portata Storica

Allo stesso tempo, per noi è anche importante riflettere su questo evento storico. E’ difficile riuscire ad esagerare la portata di questo crimine.

Prima di tutto, è contro il Primo Comandamento, “Non avrai altro dio all’infuori di me”. Eppure, il Rettore Guerra approva il fatto che altri dèi vengano messi in Santuari ed altari Cattolici!

Nel Vecchio Testamento, Dio puniva severamente e pubblicamente il culto dei falsi dèi da parte di persone che avevano stretto un’alleanza con l’Unico Vero Dio; di persone della Vecchia Alleanza che avevano un accordo con Dio per adorare e servire Lui solamente, e che in seguito avevano preso parte al culto di falsi dèi. 

C’è il famoso caso di Finehas. (Numeri 25:6-13) Finehas uccise due persone – una delle quali era un Israelita – mentre essi stavano venerando il falso dio. Dio era compiaciuto con Finehas per aver ucciso l’Israelita che stava partecipando al culto di un falso dio. C’era stato un flagello abbattutosi su tutto il popolo per questo falso culto. Ma quando Finehas uccise l’uomo che lo praticava, il flagello finì.

Le Scritture ci dicono che la memoria di Finehas viene benedetta fino alla fine dei giorni per questo atto di esecuzione del promotore e partecipante al culto di idoli.

Bisogna dire, per timore di essere fraintesi, che noi non sosteniamo la violenza contro coloro che adorano falsi dei. Semplicemente raccontiamo questa storia perché illustra come il solo vero Dio detesti tali culti pagani.

Ci sono molti altri casi nelle Sacre Scritture. Anche la storia della Chiesa riporta quella dell’apostata Giuliano. Giuliano fu un governatore dell’Impero Romano dopo che questo si era convertito alla Fede Cattolica. Giuliano era un apostata e promuoveva, col potere dello stato, il culto dei falsi dèi, idoli. Le persone erano costrette a venerare dei pagani. Giuliano fu colpito a morte da Dio Stesso e le sue ultime parole furono, “hai vinto, O Nazareno!”

I martiri del primo secolo andarono al martirio per una ragione: si rifiutavano di adorare dèi pagani. Il Martirologio Romano ha migliaia di esempi di santi Cattolici che patirono esili, torture, mutilazioni, imprigionamenti ed esecuzioni per una ragione, ed una soltanto – perché si rifiutavano di adorare idoli pagani.

Nel corso della storia della Chiesa, santi e missionari patirono indicibili sofferenze e andarono incontro a morti cruente per salvare i pagani dall’oscurità delle loro false religioni. Per esempio, al nostro Martire Nordamericano Sant’Isacco Jogues furono morsi via entrambi gli indici delle mani come parte della tortura che le persone che lo avevano catturato usavano per scoraggiarlo e per fermare i suoi sforzi missionari. Eppure, siccome voleva salvarli dall’inferno, egli persisteva nel ritornare da loro – anche se era stato da loro liberato. Fu martirizzato mentre predicava il Vangelo – mentre pregava contro il paganesimo. Ora, i cosiddetti leader “Cattolici”, come il Rettore Guerra ed il Vescovo di Fatima, accolgono queste religioni e rituali pagani all’interno delle Chiese Cattoliche.

Va notato che il culto di dèi pagani non è proibitosolamente ai Cattolici. No, il Primo Comandamento proibisce a TUTTO il genere umano di adorare falsi dèi. Gli Indù quindi conducono le loro esistenze in completa violazione del Primo Comandamento, non importa quanto ben intenzionati essi possano essere.

Senza Precedenti!

Viviamo in un periodo della storia senza precedenti. Mai prima d’ora le autorità Cattoliche avevano volontariamente invitato dei pagani ad adorare i loro falsi dèi in chiese e Santuari Cattolici. Nemmeno durante l’eresia Ariana del 4o Secolo, che fu la peggiore crisi della Fede nella storia della Chiesa prima dei nostri giorni, nemmeno durante la rivolta Protestante del 16o Secolo, le chiese Cristiane sarebbero state cedute per il culto pagano di idoli. E’ riservato ai Cattolici del nostro tempo l’essere testimoni in lacrime di questo abominio di desolazione.

Le Sacre Scritture parlano della venuta dell’Anticristo, l’uomo del peccato che perseguiterà i Cattolici di tutto il mondo, che non permetterà a nessuno di comprare e vendere nel mondo intero senza il suo permesso; l’Anticristo che esalterà se stesso al di sopra di ogni cosa sacra, persino al di sopra di Dio Stesso. Egli è definito il figlio della perdizione. E’ l’uomo più cattivo che sia mai esistito nell’intera storia del genere umano – peggio di Stalin, Hitler, Lenin, peggio di qualsiasi altra persona attualmente vivente o che abbia vissuto nel passato che possiate immaginare.

E la venuta dell’Anticristo è preceduta dall’Apostasia.

L’Anticristo istituirà il culto pagano nel luogo sacro, l’abominio della desolazione; cioè, il culto di satana stesso. Ovviamente questo abominio di desolazione è preceduto dall’istituzione del culto di idoli, e tutto questo viene compiuto nei luoghi sacri.

Siamo quindi nel momento storico più spaventoso. Stiamo cominciando a vedere questa apostasia davanti ai nostri occhi. La vediamo promossa da sacerdoti Cattolici come il Rettore Guerra, da vescovi Cattolici come il Vescovo di Fatima, e dal silenzio e/o connivenza degli altri vescovi del Portogallo. Essa continua anche ad aver luogo a causa del silenzio, della connivenza e promozione dei deboli, dei cattivi, o vescovi, arcivescovi e Cardinali indotti in errore dai funzionari dello stesso Vaticano.

Sono passati più di due mesi da quando questo grande scandalo, che venne trasmesso alla nazione Portoghese il 5 maggio, ebbe luogo in quel giorno. Eppure ad oggi né il Papa, né i Cardinali, né i vescovi, né i sacerdoti si sono detti contrari.

Non hanno sollevato dal proprio incarico Guerra, né lo hanno fatto col Vescovo di Fatima, non hanno fatto pubblica ammenda, non hanno richiamato i fedeli alla preghiera e alla penitenza per il grande oltraggio a Dio e alla Beata Vergine Maria.

Il grande Padre Frederick Faber disse, “Dove non c’è odio per l’eresia, c’è odio per la santità.” Eppure ciò che è accaduto a Fatima è peggio dell’eresia, è apostasia. E negli alti gradi della Chiesa, o non fanno niente per prevenirlo, o addirittura lo incoraggiano essi stessi. Non hanno alcun odio per l’eresia; non hanno alcun odio per l’apostasia.

Questo dimostra che la Chiesa è in crisi profonda. Questo scandalo di Fatima, e il fatto che sia permesso dai più alti ufficiali della Chiesa, dimostra la verità di quanto il Cardinale Ciappi ci disse. Egli disse, “Nel Terzo Segreto viene predetto, fra le altre cose, che la grande apostasia nella Chiesa comincerà dai vertici”. Quando una persona dice l’apostasia, si riferisce all’apostasia predetta dallo Spirito Santo nelle Sacre Scritture.

Noi sappiamo che l’apostasia è su di noi ora:

  • Sappiamo dalla nostra ricerca che il Terzo Segreto è una profezia. Lo sappiamo dal Cardinale Ottaviani nel 1955 e dal Cardinale Ratzinger nel 1984, e da altri. 

  • Sappiamo che la profezia cominciò a realizzarsi apertamente intorno al 1960. (Questo lo sappiamo da Suor Lucia e da Frère Michel. Suor Lucia disse che la Madonna voleva che il Terzo Segreto fosse rivelato ai Fedeli al più tardi entro il 1960, perché allora sarebbe stato più chiaro. Frère Michel indicò che una profezia è più chiara quando comincia a realizzarsi. Quindi dedusse correttamente che la profezia iniziava a realizzarsi apertamente a partire dal 1960.)

  • Sappiamo che stiamo vivendo in quel periodo tra il 1960 e la fine della profezia, che avrà luogo quando il Santo Padre, finalmente consacrerà la Russia all’Immacolato Cuore di Maria come specificato dalla Madonna di Fatima. (Lo sappiamo perché il Terzo Segreto termina con le parole “Alla fine, il Mio Cuore Immacolato trionferà. Il Santo Padre consacrerà la Russia a Me, la Russia sarà convertita e verrà concesso un periodo di pace al genere umano.”)

La profezia del Terzo Segreto ci dice che l’apostasia nella Chiesa comincia ai vertici. Stiamo vivendo nel pieno dell’apostasia che ha cominciato e continua a diffondersi almeno a causa del silenzio, se non della connivenza e dell’attuale promozione dell’apostasia da parte del Vaticano. L’apostasia è stata portata avanti dal Vaticano stesso per mezzo delle due cose che sappiamo trovarsi nel Segreto:

  • Da un amico stretto di Papa Giovanni Paolo II, The Fatima Crusader (Il Crociato di Fatilma) ha appreso che la Madonna, nel Terzo Segreto, ci metteva  in guardia contro l’alterazione della Sacra Liturgia, e specialmente del Santo Sacrificio della Messa. Ed Essa ci mise anche in guardia contro un Concilio del male che avrebbe avuto luogo (e che ora sappiamo essere il Concilio Vaticano II). 

  • Sappiamo che il Concilio Vaticano II è quel Concilio del male perché ora viene incoraggiato il culto pagano in Santuari Cattolici “nello spirito interreligioso del Vaticano II”. E’ il nuovo orientamento del Vaticano II su cui fa affidamento il Rettore Guerra per promuovere, approvare e difendere il culto pagano a Fatima.

I frutti del Concilio sono ben visibili a tutti. Il fatto che Guerra non sia stato rimosso, che Guerra si difenda attraverso le parole del Concilio e si difenda per mezzo dell’attuale amministrazione e delle attività degli ufficiali del Vaticano – compreso persino il Papa – mostra le due idee della religione, che due religioni stanno combattendo per le vostre anime:

1. La Fede/Chiesa Cattolica, la vera Chiesa Cattolica – che vi porterà in Cielo.

2. La religione conciliare, la chiesa conciliare, la falsa chiesa Cattolica – che vi porterà all’inferno

La vera religione Cattolica si regge sull’insegnamento di Gesù Cristo, (Apoc. 12:17) si regge sull’insegnamento degli apostoli e sull’esempio degli apostoli e dei santi nell’adorare ed onorare esclusivamente Dio, nel disprezzare e rifiutare le false religioni, e specialmente nel rifiutare il paganesimo ed i suoi falsi dei ed idoli.

La falsa religione finge di essere Cattolica. I suoi praticanti occupano molti degli uffici, gli edifici, i simboli, gli indumenti e i paramenti, i nomi e titoli, e danno l’impressione di essere Cattolici all’osservatore distratto. Ma essi hanno perso la fede. Oggettivamente, non sono colpevoli di eresia, che implica una negazione di uno o due dogmi, ma di apostasia. Essi promuovono il culto del diavolo. Le Sacre Scritture ci insegnano infallibilmente, “Gli dèi dei gentili sono diavoli”. (Salmo 95:5)

Essi lavorano al servizio del diavolo.1 Volontariamente o inconsapevolmente, lavorano per la Massoneria. Alcuni tra loro hanno svolto in segreto rituali di culto Massonici nei quali adoravano il diavolo. La Massoneria è una religione pagana. La Massoneria ha ammesso in varie vicende legali di essere essa stessa una religione. Fu Papa Pio VIII a dire della Massoneria che: “Il loro dio è il diavolo.”2 La loro religione è fondamentalmente la stessa, falsa religione dei pagani Cananei, che hanno anche gli stessi dèi falsi dei Massoni.

La religione Cananea proclamava il sacrificio umano, specialmente il sacrificio dei neonati. Questo è il motivo per cui oggi abbiamo l’aborto, a causa dell’influenza massonica nei nostri governi.

E’ alla Massoneria che appartengono un certo numero di Cardinali e vescovi. Essi hanno commesso apostasia, appaiono come prelati Cattolici, ma servono il diavolo. E’ la Massoneria e/o gli ideali Massonici che vengono serviti da prelati come il Cardinale Kasper ed altri. Anche se il Rettore Guerra non è un Massone, egli serve ancora ideali Massonicicol suo approccio sincretistico alla religione. E’ questa nuova religione conciliare che porta il nome di Cattolica Romana, ma Cattolica Romana non lo è affatto. E’ una falsa religione che dice: per essere Cattolici, dobbiamo permettere ai pagani di esercitare il culto nei nostri santuari Cattolici; per essere Cattolici, non dobbiamo insistere sul dogma che “al di fuori della Chiesa Cattolica non c’è salvezza”.

Gli apostati dicono di essere Cattolici, mentre desiderano mettere a tacere i veri Cattolici impedendo loro di parlare. Dicono di essere figli obbedienti della Chiesa Cattolica. Dicono di essere Cattolici fedeli. Proclamano la dignità degli uffici che hanno usurpato. A chi li interroga, a chi mette in luce la loro apostasia e fa domande sulle loro negare il Dogma Cattolico, essi rispondono con l’attacco personale, anziché rispondere a queste domande legittime. Nondimeno, dobbiamo continuare la nostra resistenza. Per difendere la Fede e difendere le anime, dobbiamo dubitare della loro buona volontà e far rilevare la loro ipocrisia quando dichiarano di essere Cattolici, mentre negano i dogmi Cattolici.

Abbiamo l’esempio di Padre Fox, che è diventato un difensore modernista della falsa religione de factopromossa dal Vaticano II. Egli difende anche i falsi ideali di Ecumenismo laddove promuove l’idea che gli Ortodossi siano convertiti a Cristo con l’appartenenza alla “Chiesa Ortodossa”. Questa, fra le idee di Fox, è basata su un’eresia.3

Nel 1951, Papa Pio XII mandò Padre Schweigl a parlare con Suor Lucia. Qui Padre Schweigl apprese il contenuto basilare del Terzo Segreto e lo riportò indietro ai Papi. Poiché a questo punto Papa Pio XII apprese che il Terzo Segreto metteva in guardia contro un cattivo Concilio, dopo ciò egli rifiutò sempre la proposta di tenere un Concilio Ecumenico (universale) della Chiesa.

Una Lezione dalla Storia

I Cattolici che ritengono che un Concilio non possa errare o essere cattivo, dimostrano tristemente la loro mancanza di conoscenza della storia della Chiesa. Il Secondo Concilio di Costantinopoli – tenutosi nel 553 – fu un concilio di questo tipo.4 Nel 1934, lo storico Cattolico Phillip Hughes lo definì, “il più strano tra tutti i Concilii”.

Mentre il Costantinopolitano II non fu così cattivo come il Concilio Vaticano Secondo, fu ambiguo e confuse le persone su cosa fosse la dottrina Cattolica. Così Papa Gregorio il Grande, che morì nell’AD 604, consigliò ai vescovi di ignorare il Secondo Concilio di Costantinopoli ed il suo insegnamento ambiguo. “Fate proprio finta che non sia mai avvenuto”, fu il suo consiglio.

Questo è ciò che i Cattolici dovrebbero fare col Vaticano II.

Prima di tutto dobbiamo aderire a ciò che la Chiesa ha sempre insegnato attraverso il suo insegnamento infallibile e attraverso il suo insegnamento consistente nei secoli. Dobbiamo ascoltare il Segreto di Fatima, ed abbracciare l’avvertenza della Madonna per proteggere noi stessi dal cattivo Concilio. In senso pratico, dobbiamo ignorare i suoi falsi insegnamenti e non prendere alcuna decisione sulla base del Concilio Vaticano Secondo, ma piuttosto  sull’insegnamento della Chiesa precedente al Concilio Vaticano Secondo.

Così, se il Concilio Vaticano Secondo si attiene a ciò che la Chiesa ha sempre insegnato, allora potete seguirlo con sicurezza. Ma se il Concilio Vaticano Secondo insegna cose che sono poco chiare, allora semplicemente ignoratele. E se il Concilio Vaticano Secondo insegna cose che sono contrarie a ciò che la Chiesa ha sempre insegnato, o se introduce un nuovo orientamento che è differente da quello che la Chiesa ha sempre insegnato e praticato, allora dobbiamo rifiutare quei cattivi insegnamenti e quelle pratiche, ed abbracciare con tutto il cuore quel che la Chiesa ha sempre insegnato prima del Vaticano II.

Lo stesso vale per tutti gli insegnamenti dei Papi dall’Ottobre 1958 al presente. Dobbiamo ricordare che il dogmatico Concilio Vaticano I insegnò infallibilmente che nemmeno un Papa può cambiare l’insegnamento Cattolico.5

Di conseguenza, quando i Papi Conciliari hanno insegnato ciò che la Chiesa ha sempre insegnato, allora è sicuro seguirli in quelle questioni. Cioè, quando Papa Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II, hanno insegnato quel che la Chiesa ha sempre insegnato, allora siamo sicuri nel seguire quegli insegnamenti.

Se questi Papi, invece, hanno insegnato cose che sono poco chiare – che sembrano contraddire gli insegnamenti papali del passato – allora facciamo meglio ad ignorare questi insegnamenti. Questo è vero specialmente se questi nuovi insegnamenti papali sono basati sul nuovo orientamento del Concilio Vaticano Secondo.

E sì, se e Papi post-Conciliari hanno insegnato qualcosa di contrario a ciò che la Chiesa ha sempre insegnato, allora dovete rifiutare quegli insegnamenti ed abbracciare con tutto il cuore ciò che la Chiesa ha sempre insegnato prima del Vaticano II.

Questo è il nostro programma; è molto semplice, ed è ciò che la Madonna di Fatima vorrebbe che facessimo. E’ questo il motivo per cui l’attuale amministrazione del Vaticano ha nascosto deliberatamente, con menzogne e false verità, l’intero Messaggio di Fatima, l’intero Terzo Segreto di Fatima.

Ed ora che vediamo questo atto di apostasia promosso dal Vescovo di Fatima e dal Rettore di Fatima, Guerra, l’intero piano dei falsi Cattolici è evidente. I nemici di Cristo e della Sua Chiesa, che occupano posizioni di Cardinali, vescovi ed arcivescovi ed ufficiali del Vaticano, lavorano per distruggere la Chiesa dall’interno col portare le persone a diventare coinvolte in questo Ecumenismo, che è un altro modo per portare le persone fuori dalla Chiesa. Porta i Cattolici lontano dagli insegnamenti dogmatici della Chiesa, lontano dalla conversione dei non-Cattolici alla Fede Cattolica.

Le loro politiche lavorano nella direzione del traviare i Cattolici dalla loro Fede Cattolica, per portarli a credere in qualcosa che sembra Cattolico ma non è Cattolico affatto. E intanto i Cattolici vengono condotti dentro l’apostasia per gradi, con piccoli o grandi passi.

Molti non hanno mai notato prima dove stia conducendo la nuova religione conciliare: al culto pagano all’interno della Chiesa, come se fosse voluto da Dio Stesso. Non c’è niente di più lontano dalla verità. Dovrebbe essere evidente per ogni Cattolico di buona volontà, e dovrebbe essere evidente per ogni persona, anche per i non-Cattolici, che questo è in contraddizione con ciò che la Chiesa ha sempre insegnato e ha sempre rappresentato.

E quindi, ci troviamo in questo momento storico in cui l’Anticristo sembra essere pronto a venire sulla scena pubblica del mondo, proclamandosi come il salvatore del genere umano, proclamandosi come colui che porterà la pace al mondo, proclamandosi come colui che è la sola strada, con il suo unico governo del mondo e la sua unica religione del mondo che incoraggerà i pagani ad essere pagani, gli Indù ad essere Indù, i Musulmani ad essere Musulmani, ed i Cattolici a diventare falsi Cattolici.

Ma l’Anticristo non tollererà la vera religione Cattolica come insegnata da Gesù Cristo e dai Suoi Apostoli, al di fuori della quale non c’è salvezza. E’ per questo che egli è Anticristo, egli è ANTI – cioè, è contro tutto ciò Gesù Cristo rappresenta.

L’Anticristo ed i suoi molti seguaci saranno intolleranti solamente con coloro che dicono che Gesù è la sola via al Padre; che Gesù Cristo è vero Dio e vero Uomo; che Gesù fondò una religione, una Chiesa; e che noi non possiamo andare verso Dio se non attraverso la Chiesa che Gesù Cristo fondò. La Chiesa che Gesù Cristo fondò è la Chiesa Unica, Santa, Cattolica e Apostolica.

L’Anticristo, che si oppone a qualsiasi cosa di Gesù Cristo, non tollererà l’unica vera religione di Cristo.

Noi abbiamo bisogno di risvegliarci con le nostre preghiere, con i nostri Rosari, con i nostri atti di virtù, con la nostra ammenda al Sacro Cuore di Gesù e all’Immacolato Cuore di Maria, col recitare le preghiere che l’angelo insegnò ai bambini a Fatima, e specialmente col recitare il Rosario con fervore e di frequente.

Dobbiamo scegliere da che parte stare. Non possiamo rimanere neutrali. O siamo con Dio, o altrimenti siamo contro di Lui. Suor Lucia disse, “D’ora in avanti dobbiamo scegliere da che parte stare. O siamo con Dio o siamo con il diavolo. Non c’è altra possibilità.” Non dobbiamo guardare il Vaticano o i vescovi o gli ordini religiosi per essere guidati in tale questione, dal momento che in tutto il mondo sono stati raggirati per seguire questa falsa direzione che pare “cattolica” da parte del Vaticano.

Suor Lucia, a questo proposito, disse: “Non dovremmo aspettare una appello al mondo che provenga da Roma da parte del Santo Padre per fare penitenza. Né dovremmo aspettare che la chiamata alla penitenza arrivi dai vescovi nelle nostre diocesi, né dalle congregazioni religiose. No! Nostro Signore ha già usato molto spesso questi mezzi ed il mondo non vi ha prestato attenzione. E’ per questo che ora è necessario che ciascuno di noi cominci ad attuare una riforma spirituale su se stesso. Ciascuno deve non solo salvare la propria anima, ma deve anche aiutare tutte le anime che Dio ha posto sul nostro cammino.”

Punti da Considerare

In conclusione, ricapitoleremo alcune importanti considerazioni da ciò che sappiamo del Terzo Segreto:

  1. Sappiamo da fonti interne al Vaticano che il Terzo Segreto metteva in guardia contro la venuta di un Concilio del male e contro cambiamenti nella liturgia. 
  2. Sappiamo anche che il Cardinale Ciappi, il teologo personale per tutti i Papi sin dal Vaticano II, disse, "Nel Terzo Segreto viene predetto, fra le altre cose, che la grande apostasia nella Chiesa comincerà dai suoi vertici.” 
  3. Questo spiega perché l’apostasia si è diffusa in tutta la Chiesa – perché proviene dalle più alte autorità della Chiesa. Questa apostasia non è molto osteggiata perché la maggior parte delle persone è ingannata dall’immeritato prestigio del Vaticano II. 
  4. L’apostasia è diffusa per mezzo dei nuovi insegnamenti del Vaticano II, delle nuove pratiche che il Concilio ha inaugurato, e per mezzo della Nuova Messa, che fu scritta con l’aiuto di sei ministri Protestanti. 
  5. L’antica Liturgia Latina conteneva al suo interno delle barriere contro l’eresia. La Nuova Messa ha messo da parte queste barriere. Il Cardinale Ottaviani, il capo del Santo Ufficio, il Difensore Pubblico della Fede, lamentava il fatto che la Nuova Messa, "rappresenta, sia nella sua interezza sia nei suoi dettagli — un allontanamento impressionante dalla teologia Cattolica della Messa come venne formulata nella Sessione XXII del Concilio di Trento. I ‘canoni’ del rito fissavano definitivamente all’epoca una barriera insormontabile per qualsiasi eresia diretta contro l’integrità del Mistero.”6

L’applicazione della Nuova Messa fu una via per “demolire i bastioni” contro l’eresia che la Vecchia Messa conteneva, i bastioni che proteggevano la Fede. Il Cardinale Ottaviani è stato sostituito come capo del Santo Ufficio dal Cardinale Ratzinger. I lettori del libro La Battaglia Finale del Diavolo ricorderanno che l’attuale “Difensore Pubblico” della Fede, Cardinale Ratzinger, fu in favore degli sforzi per “demolire i bastioni.” (Vedi La Battaglia Finale del Diavolo, page. 83.)

    • Perciò l’eresia è in grado di diffondersi attraverso l’attuazione della Nuova Messa, e per mezzo delle mancanze che il Nuovo Rito contiene. Questo è uno dei tanti motivi per cui decine di migliaia di sacerdoti e laici Cattolici in tutto il mondo hanno scelto di non celebrare mai o di non andare mai alla Nuova Messa. 

  1. Per coloro che ritengono che un Concilio non possa mai essere cattivo, c’è l’esempio storico del Secondo Concilio di Costantinopoli, che fu una fonte di confusione. Perciò, non è contro la Fede dire che un Concilio possa essere cattivo. Infatti, si può dire che il disastro del Secondo Concilio di Costantinopoli fu permesso affinchè ci servisse di lezione per non farci ricadere in questo errore, e per non cadere nella falsa idea che un Concilio non possa mai essere fonte di confusione per la Chiesa.

Va anche ricordato che il Vaticano II non è un Concilio dogmatico, ma pastorale. Per prima cosa stabilisce una nuova direzione per la Chiesa, e la nuova direzione è disastrosa, culminante in un culto pagano che viene consentito all’interno di santuari Cattolici.

“Colui che Persevera fino alla Fine …”

Allora seguiamo una regola di vita che sia completamente Cattolica. Noi preghiamo per il Rettore Guerra, e preghiamo anche per noi stessi, affinché possiamo non cadere in simili peccati. Protestiamo pubblicamente per gli oltraggi che sono in corso a Fatima, ed esortiamo il Papa e il Vaticano a correggerli, anche se sembra che le nostre voci non siano le benvenute. Noi aderiamo a ciò che la Chiesa Cattolica ha sempre insegnato a proposito della dottrina e della pratica, e resistiamo alle novità inflittesi sul mondo Cattolico sin dal Vaticano II. Promettiamo a noi stessi, come mai prima d’ora, di soddisfare le richieste della Madonna di Fatima per fare ammenda per gli oltraggi inflitti in un modo senza precedenti al Suo Cuore Immacolato.

Note:


1. Vedi Windswept House, pagg. 7-20 e Keys of this Blood, pag. 632, entrambi di Malachi Martin.

2. Enciclica Traditi, 21 maggio 1829. Citato da Papacy and Freemasonry (Papato e Massoneria) di Rector Jouin, pag. 14.

3. Vedi Father Fox’s Modernist Assault on Fatima, di Christopher Ferrara, disponibile gratuitamente da The Fatima Crusader (Il Crociato di Fatima). [Vedi "Help Us Spread the Fatima Message" per il nostro indirizzo.]

4. Vedi An Ambiguous Council, On the Second Council of Constantinople, Thomas Woods, Catholic Family News, marzo 2002. Vedi anche Christopher A. Ferrara e Thomas E. Woods, Jr., The Great Facade: Vatican II and the Regime of Novelty in the Roman Catholic Church, (The Remnant Press, Minnesota, 2002) pagg. 326-333.

5. Quando il Vaticano I definì l’infallibilità papale, insegnò: " Lo Spirito Santo non promise ai successori di Pietro che per mezzo della rivelazione dello Spirito Santo essi potessero rivelare una nuova dottrina, ma che col Suo aiuto essi potessero salvaguardare con sacralità la rivelazione trasmessa attraverso gli Apostoli ed il deposito della Fede, e potessero fedelmente esporla." (Vaticano I, Sessione IV, Capitolo IV Pastor Aeternus.)

6. Dalla Lettera dei Cardinali Bacci e Ottaviani a Papa Paolo VI, 25 Settembre 1969. The Ottaviani Intervention: (Tan Books)